ELEZIONI POLITICHE 25 SETTEMBRE 2022

 Elezioni della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica. Tutte le info per votare.

Quando si vota

Si voterà solo nella giornata di domenica 25 settembre 2022, dalle 7 alle 23.

I tre seggi del Comune di Nibionno si trovano presso la Scuola Elementare, in Via Conciliazione n. 54.

Chi può votare

Potranno votare tutti gli elettori che abbiano compiuto il 18° anno di età alla data del voto, sia per la Camera che per il Senato. Da questa tornata elettorale infatti non è più previsto che per il Senato possano votare solo gli elettori che abbiano compiuto il 25° anno di età.

Possono inoltre votare in Italia i residenti all'estero iscritti AIRE che hanno esercitato l'apposita opzione di voto.

Un’altra novità è la riduzione del numero dei parlamentari, che alla Camera dei Deputati passa da 630 a 400 e al Senato della Repubblica passa da 315 a 200 (più i Senatori a vita).

Come si vota

Si vota con un’unica scheda elettorale per la Camera e un’unica scheda per il Senato. Per quanto riguarda il collegio uninominale maggioritario, sotto il nome e il cognome di ogni candidato alla carica di deputato o di senatore vengono indicate le liste a lui collegate. Su ognuna delle due schede l’elettore indica la sua preferenza sia per la parte proporzionale che per quella maggioritaria.

I simboli delle liste collegate al candidato nel collegio uninominale (maggioritario) sono indicate sotto il suo nome e cognome. Vicino ad ogni simbolo sono indicati invece i nomi e i cognomi dei candidati nella piccola lista bloccata nel collegio plurinominale (proporzionale). I nomi del listino non possono essere meno di 2 e più di 4. Essendo l’elenco bloccato i candidati vengono eventualmente eletti nell’ordine.

L’elettore può esprimere il proprio voto in due modi:

  • tracciando un segno sul simbolo della lista (in questo modo la preferenza si trasferisce anche al candidato nel collegio uninominale sostenuto dalla lista votata);
  • tracciando un segno sul nome del candidato nel collegio uninominale. In questo secondo caso il voto si trasferisce anche alla lista se il candidato è sostenuto da una sola lista.

Se invece il candidato è sostenuto da una coalizione il voto viene distribuito tra le liste che lo sostengono proporzionalmente ai risultati in quella circoscrizione. In questo caso si parla di voto disperso.
Ovviamente il voto è valido anche se l’elettore decide di tracciare due segni, uno sul nome del candidato e una sulla lista o una delle liste a suo sostegno, e in questo caso il voto viene attribuito alla singola lista e al candidato nel collegio uninominale.

Si tratta di voto nullo quando l’elettore traccia un segno sul rettangolo contenente il nome del candidato nel collegio uninominale e un segno su un rettangolo contenente il contrassegno di una lista il cui candidato non è collegato. Non sarà ammesso il voto disgiunto.

Voto domiciliare e Voto assistito

Voto domiciliare

Per gli elettori affetti da infermità che ne rendano impossibile l’allontanamento dall’abitazione (D.L. 1/2006 convertito, con modificazioni, nella legge 27/1/06 n. 22, come modificato dalla L. 7 maggio 2009 n. 46. Circolare Ministero dell’Interno n. 8/2010 del 2/2/2010)

Gli elettori che dipendono in via continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali oppure affetti da gravissime infermità, tali che l’allontanamento dall’abitazione risulti impossibile anche con il trasporto pubblico che il Comune organizza nel giorno di votazione per il raggiungimento del seggio elettorale, possono votare al proprio domicilio.

Gli interessati devono inviare via mail all'indirizzo  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. nel periodo dal 16 agosto al 5 settembre 2022, la seguente documentazione:

  • dichiarazione in carta libera della volontà di esprimere il voto presso l’abitazione in cui dimorano, indicandone il completo indirizzo e, possibilmente, un recapito telefonico.
  • certificato medico rilasciato dal funzionario medico, designato dai competenti organi dell'Azienda Sanitaria Locale, da cui risulti l’esistenza di un'infermità fisica tale da impedire all’elettore di recarsi al seggio, ovvero della condizione di dipendenza in via continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali. Il certificato non può avere data anteriore al quarantacinquesimo giorno antecedente la data della consultazione elettorale (11 agosto 2022) e deve recare una previsione d'infermità di almeno 60 giorni dalla data di rilascio. Il medesimo certificato potrà attestare anche l’eventuale necessità di un accompagnatore per l’esercizio del voto
  • fotocopia della tessera elettorale

Voto assistito

L’elettore fisicamente impossibilitato ad esercitare autonomamente il diritto di voto, potrà votare con l’assistenza di un accompagnatore di fiducia che lo segua in cabina, esibendo un apposito certificato rilasciato dal funzionario medico designato dall’ATS (ex ASL).

La certificazione deve riportare in modo esplicito l’impossibilità, temporanea o permanente, di esercitare autonomamente il diritto di voto. Non sono idonee ad attestare l’impedimento al voto certificazioni rilasciate per altre finalità (invalidità, ecc.).

L’elettore stabilmente affetto da grave infermità può presentare richiesta al Comune per ottenere l’annotazione permanente del diritto del voto assistito sulla tessera elettorale personale. La richiesta va presentata all’Ufficio Elettorale allegando:

  • la tessera elettorale;
  • un valido documento d’identità;
  • la documentazione sanitaria di cui sopra.

Gli elettori non vedenti che vogliono essere ammessi al voto assistito è sufficiente che esibiscano, in luogo della suddetta certificazione, il libretto nominativo rilasciato dall’Istituto nazionale della previdenza sociale (in precedenza dal Ministero dell’Interno, Direzione Generale dei Servizi Civili) a norma dell’art. 3 della legge 18 dicembre 1973 n. 854, quando, all’interno del libretto stesso, sia indicata la categoria “ciechi civili” ed è riportato uno dei seguenti codici: 10; 11; 15; 18; 19; 05; 06; 07. Ognuno dei predetti codici attesta, infatti, la cecità assoluta del titolare del libretto.

Rinnovo della tessera elettorale 

Per essere ammessi al voto è necessario avere una tessere elettorale valida.

Invitiamo gli elettori a controllare la validità della propria propria tessera elettorale: se gli spazi per la certificazione risultano tutti timbrati o in caso di smarrimento, occorre richiedere una nuova tessera.

Anche gli elettori che necessitano di un adesivo per cambio di residenza all'interno del Comune sono invitati a richiedere il rilascio all'ufficio elettorale.

COME RICHIEDERE UNA NUOVA TESSERA

Per richiedere una nuova tessera elettorale è necessario recarsi presso l'Ufficio Anagrafe/Elettorale del Comune o scrivere una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. specificando il motivo della richiesta (es.tessera completa, smarrita, nuovo residente etc) e inserendo i propri dati. Il rilascio della nuova tessera avviene in pochi giorni.

Si ricorda che le tessere elettorali non vengono spedite tramite posta, ma è necessario recarsi agli uffici comunali nei giorni e negli orari indicati.

Per agevolare il ritiro delle tessere e per ogni informazione sul voto l'Ufficio Anagrafe/Elettorale del Comune (tel. 031-690626) rimarrà aperto, oltre che nei normali orari di ufficio:

  • da venerdì 23 a sabato 24 settembre 2022 con orario continuato dalle ore 9 alle ore 18.
  • domenica 25 settembre 2022 negli stessi orari di voto.

Dati corpo elettorale:

MASCHI: 1356
FEMMINE: 1402
TOTALE: 2758

 

- CONVOCAZIONE COMIZI

- AVVISO E MODULO PER ESERCIZIO OPZIONE DI VOTO ELETTORI AIRE 

- AVVISO ASST LECCO PER RILASCIO CERTIFICATO ACCOMPAGNAMENTO AL VOTO

- MANIFESTO CANDIDATI CAMERA DEI DEPUTATI

- MANIFESTO CANDIDATI SENATO DELLA REPUBBLICA

 

- RISULTATI

- CAMERA SEZIONE 1

- CAMERA SEZIONE 2

- CAMERA SEZIONE 3

- SENATO SEZIONE 1

- SENATO SEZIONE 2

- SENATO SEZIONE 3