Speciale Elezioni 2020

 

Sono stati convocati per domenica 20 e lunedì 21 SETTEMBRE 2020 i comizi elettorali per il Referendum Costituzionale "Approvate il testo della legge costituzionale concernenete "Modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari", approvato dal Parlamento e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana - serie generale - n. 240 del 12 ottobre 2019?".

Le operazioni di voto si svolgeranno dalle ore 07,00 alle ore 23,00 di DOMENICA 20 SETTEMBRE 2020 e dalle ore 07.00 alle ore 15,00 di LUNEDI' 21 SETTEMBRE 2020.

I tre seggi del Comune di Nibionno si trovano presso la Scuola Primaria "Bruno Munari" in Via Conciliazione n. 54.

Per garantire la segretezza del voto un provvedimento del Consiglio dei Ministri vieta di introdurre all'interno delle cabine elettorali telefoni cellulari o altre apparecchiature in grado di fotografare o registrare immagini.

Bisogna recarsi al seggio con tessera elettorale e documento di riconoscimento.

Chi non avesse la tessera può recarsi all'Ufficio Elettorale del Comune per richiederla:

  • per i nuovi residenti sarà necessario consegnare la tessera assegnata dal precedente Comune di iscrizione alle liste elettorali;

  • per chi l'avesse smarrita sarà necessario compilare personalmente una dichiarazione disponibile presso l'Ufficio Elettorale.

Per agevolare il ritiro delle tessere e per ogni informazione sul voto l'Ufficio Elettorale del Comune (tel. 031-690626) rimarrà aperto, oltre che nei normali orari di ufficio:

  • venerdì 18 SETTEMBRE 2020 con orario continuato dalle ore 09, 00 alle ore 18,00.
  • sabato 19 SETTEMBRE 2020 con orario continuato dalle ore 09,00 alle ore 18,00.
  • domenica 20 SETTEMBRE 2020 negli stessi orari di voto: dalle ore 07,00 alle ore 23,00.
  • lunedì 21 SETTEMBRE 2020 negli stessi orari di voto: dalle ore 07,00 alle ore 15,00.

 

Dati corpo elettorale

MASCHI: 1399
FEMMINE: 1420
TOTALE: 2819

Documenti

 

RISULTATI:

VOTANTI: N.  1393  pari al 49,41% - (MASCHI N. 711 - FEMMINE N. 682)

- SCRUTINIO:

TOTALE VOTI VALIDI: N. 1383    SI  1007    NO  N. 376

SCHEDE BIANCHE N. 4

SCHEDE NULLE N. 6

SCHEDE CON VOTI CONTESTATI E NON ATTRIBUITI N. //

Attachments:

Speciale Elezioni 2009

Speciale Elezioni Parlamento Europeo 2009

Le elezioni dei 72 membri del Parlamento europeo spettanti all'Italia insieme al primo turno di votazione per le elezioni dei presidenti della provincia e dei consigli provinciali si svolgeranno dalle ore 15 alle ore 22 di sabato 6 giugno e dalle ore 7 alle ore 22 di domenica 7 giugno e, per la prima volta, inizieranno di sabato.

In alcuni Paesi europei le elezioni si svolgono il 4 (Regno Unito e Paesi Bassi), il 5 (Irlanda e Repubblica Ceca) o il 6 giugno (Lettonia, Slovacchia, Cipro e Malta).

Gli uffici elettorali comunali resteranno aperti dal lunedì al venerdì antecedenti alla votazione dalle ore 9 alle ore 19, il sabato dalle ore 8 alle ore 22 e la domenica per tutta la durata delle operazioni di voto, per rilasciare le tessere elettorali non consegnate o i duplicati delle tessere in caso di deterioramento, smarrimento o furto dell'originale.

Come si vota:

L’elettore, all’atto della votazione, riceverà un’unica scheda, di colore grigio per l’Italia nord-occidentale (Piemonte, Valle d’Aosta, Liguria, Lombardia).
Il voto di lista si esprime tracciando sulla scheda, con la matita copiativa, un segno sul contrassegno corrispondente alla lista prescelta.

I voti di preferenza - nel numero massimo di tre, tranne che per le liste di minoranza linguistica collegate ad altra lista per le quali può esprimersi una sola preferenza - si esprimono scrivendo nelle apposite righe, tracciate a fianco e nel rettangolo contenente il contrassegno della lista votata, il nome e cognome o solo il cognome dei candidati preferiti, compresi nella lista medesima; in caso di identità di cognome tra candidati, deve scriversi sempre il nome e cognome e, ove occorra, data e luogo di nascita.

Non è ammessa l’espressione del voto di preferenza con indicazioni numeriche.

 


 

Speciale Elezioni Provinciali 2009

Le elezioni del Presidente della Provincia e del Consiglio Provinciale si svolgeranno dalle ore 15 alle ore 22 di sabato 6 giugno e dalle ore 7 alle ore 22 di domenica 7 giugno e, per la prima volta, inizieranno di sabato.

Gli uffici elettorali comunali resteranno aperti dal lunedì al venerdì antecedenti alla votazione dalle ore 9 alle ore 19, il sabato dalle ore 8 alle ore 22 e la domenica per tutta la durata delle operazioni di voto, per rilasciare le tessere elettorali non consegnate o i duplicati delle tessere in caso di deterioramento, smarrimento o furto dell'originale.

Come si vota (SCHEDA GIALLA)

Ciascun elettore può votare:

  • per uno dei candidati al consiglio provinciale, tracciando un segno sul relativo contrassegno; il voto così espresso si intende attribuito sia al candidato alla carica di consigliere provinciale, sia al candidato alla carica di presidente della provincia collegato;

  • per uno dei candidati alla carica di presidente della provincia, tracciando un segno sul relativo rettangolo, e per uno dei candidati al consiglio provinciale ad esso collegato, tracciando anche un segno sul relativo contrassegno; il voto così espresso si intende attribuito sia al candidato alla carica di consigliere provinciale corrispondente al contrassegno votato, sia al candidato alla carica di presidente della provincia;

  • per un candidato alla carica di presidente della provincia, tracciando un segno sul relativo rettangolo; il voto così espresso si intende attribuito solo al candidato alla carica di presidente della provincia.

 

Per le elezioni provinciali non è ammesso il “voto disgiunto”, cioè il voto per un presidente della provincia di un gruppo o di un gruppo di liste e per un candidato al consiglio provinciale di un altro gruppo o gruppo di liste.

Per il ballottaggio il voto si esprime tracciando un segno sul rettangolo entro il quale è scritto il nome del candidato prescelto.

Documenti

 

Speciale Elezioni 2008

 

Informazioni utili sul Voto

Elezioni politiche 2008 - Domenica 13 e Lunedì 14 aprile, si vota per il rinnovo della Camera e del Senato, ecco alcune informazioni utili sul voto.

Le operazioni di voto si terranno:

  • domenica 13 aprile dalle 08,00 alle 22,00
  • lunedì 14 aprile dalle 07,00 alle 15,00

 

L'età minima per votare è 18 anni per la Camera e 25 anni per il Senato.

I 18 o 25 anni devono essere stati compiuti alla data del 13 aprile 2008.

Sia per l’elezione della Camera (SCHEDA ROSA) che per quella del Senato (SCHEDA GIALLA) l’elettore esprime il voto tracciando un segno sul rettangolo contenente il simbolo della lista prescelta.

Non è possibile manifestare “voto di preferenza”; la lista di candidati è, infatti, “bloccata”, cioè i nominativi sono presentati in un ordine prestabilito al momento del deposito della lista stessa (link al sito del Ministero dell'Interno per conoscere liste, leader e programmi).

Per garantire la segretezza del voto un provvedimento del Consiglio dei Ministri vieta di introdurre all'interno delle cabine elettorali telefoni cellulari o altre apparecchiature in grado di fotografare o registrare immagini.

I tre seggi del Comune di Nibionno si trovano presso la Scuola Elementare, in Via Conciliazione n. 54.

Bisogna recarsi al seggio con tessera elettorale e documento di riconoscimento.

Chi non avesse la tessera può recarsi all'Ufficio Elettorale del Comune per richiederla:

  • per i nuovi residenti sarà necessario consegnare la tessera assegnata dal precedente Comune di iscrizione alle liste elettorali;

  • per chi l'avesse smarrita sarà necessario compilare personalmente una dichiarazione disponibile presso l'Ufficio Elettorale.

  • Per agevolare il ritiro delle tessere e per ogni informazione sul voto l'Ufficio Elettorale del Comune (tel. 031-690626) rimarrà aperto, oltre che nei normali orari di ufficio:
    • da martedì 8 a sabato 12 aprile con orario continuato dalle ore 9 alle ore 19.
    • domenica 13 e lunedì 14 negli stessi orari di voto.

 

Presso l'Ufficio Elettorale è anche possibile prenotare - entro sabato 12 aprile ore 12,00 - il servizio di trasporto gratuito per chi è impossibilitato a recarsi al voto autonomamente.


Dati Corpo Elettorale

Elettori Camera          
Maschi n. 1.334 Femmine n. 1.456 Totale n. 2.790
Elettori Senato          
Maschi n. 1.228 Femmine n. 1.348 Totale n. 2.576

 

 

Speciale Elezioni 2010

Speciale Elezioni Regionali 2010

Sono stati convocati per domenica 28 e lunedì 29 marzo 2010 i comizi elettorali per l'elezione diretta del Presidente della Giunta e del Consiglio Regionale della Lombardia.

Le operazioni di voto si svolgeranno dalle ore 07 alle ore 22 di domenica 28 marzo e dalle ore 7 alle ore 15 di lunedì 29 marzo 2010.

I tre seggi del Comune di Nibionno si trovano presso la Scuola Elementare, in Via Conciliazione n. 54.

Per garantire la segretezza del voto un provvedimento del Consiglio dei Ministri vieta di introdurre all'interno delle cabine elettorali telefoni cellulari o altre apparecchiature in grado di fotografare o registrare immagini.

Bisogna recarsi al seggio con tessera elettorale e documento di riconoscimento.

Chi non avesse la tessera può recarsi all'Ufficio Elettorale del Comune per richiederla:

  • per i nuovi residenti sarà necessario consegnare la tessera assegnata dal precedente Comune di iscrizione alle liste elettorali;

  • per chi l'avesse smarrita sarà necessario compilare personalmente una dichiarazione disponibile presso l'Ufficio Elettorale.

 

Per agevolare il ritiro delle tessere e per ogni informazione sul voto l'Ufficio Elettorale del Comune (tel. 031-690626) rimarrà aperto, oltre che nei normali orari di ufficio:

  • da martedì 23 a sabato 27 marzo con orario continuato dalle ore 9 alle ore 19.
  • domenica 28 e lunedì 29 negli stessi orari di voto.

 

Il Sistema Elettorale

L’elezione del Consiglio Regionale, nelle Regioni dove non è ancora stata definita una disciplina regionale propria, avviene con il sistema elettorale previsto dalla legge 17 febbraio 1968, n. 108 e dalla legge 23 febbraio 1995, n. 43; trattasi di un sistema misto (proporzionale con un premio di maggioranza variabile) così congegnato che, in ogni caso, la coalizione vincente disporrà in Consiglio di una maggioranza di seggi non inferiore (a seconda dei casi) al 55 o al 60%.


I quattro quinti (64) dei consiglieri assegnati sono eletti nelle circoscrizioni provinciali sulla base di liste concorrenti (collegate alle liste regionali) in proporzione ai voti ottenuti. I candidati sono eletti in base alle preferenze.


Un quinto (16) dei consiglieri assegnati è eletto con il sistema maggioritario, sulla base di liste regionali concorrenti.

La legge costituzionale n. 1/1999 prevede, poi, con specifico riferimento alle modalità di elezione del Presidente, che:

  1. sono candidati alla Presidenza della Giunta Regionale i capilista delle liste regionali;

  2. è proclamato eletto Presidente della Giunta Regionale il candidato che ha conseguito il maggior numero di voti validi in ambito regionale;

  3. è eletto alla carica di Consigliere il candidato alla carica di Presidente della Giunta regionale che ha conseguito un numero di voti validi immediatamente inferiore a quello del candidato eletto Presidente.

 

L’elezione del Presidente della Giunta regionale è contestuale al rinnovo del Consiglio e la votazione avviene su un’unica scheda.

Il complesso procedimento per l’attribuzione dei seggi è schematizzato nella tabella allegata.

Ministero dell'Interno: Elezione del Presidente della Giunta regionale e del Consiglio regionale - Istruzioni per le operazioni degli uffici elettorali di sezione (per le modalità di espressione del voto cfr. pp. 209-218).

 

Dati corpo elettorale

Maschi: 1341

Femmine: 1444

Totale: 2785


Documenti